Carlo B. – Narrare Improprio

Archive for ottobre 2009

Amici

with one comment

Che fine fanno gli amici che non sentiamo più? Continuano le loro vite come le conoscevamo noi? Partono invece per le spiaggie del Sud America? E quando abbiamo smesso di cercarli, si sono sorpresi o non hanno neanche avuto modo di accorgersene, presi a fare chissà cos’altro? Quanti nomi sul mio cellulare che non riconosco più. Se chiamassi, chi risponderebbe? Abito in un presente senza tempo, come i pazienti sfortunati di Sacks, che ignorano l’esistenza di quelli che non hanno davanti agli occhi e dimenticano tutti appena usciti. Con chi parlavamo di politica? Con chi uscivamo a cena?

In questa tenue consistenza avanzo a tastoni, a cercare con le dita le memorie perse dei miei molti nomi.

Written by Carlo

31/10/2009 at 15:53

Pubblicato su Tempo

Tagged with , ,

Stranieri in patria

leave a comment »

Se rileggessi adesso gli appunti presi qualche anno fa, cosa leggerei? Chi avrebbe scritto quelle parole? Certo, non io. Mi spaventano un po’ tutte quelle linee di lettere che significano e rimandano e accarezzano. Chi sono quegli sconosciuti di cui vi si parla? D’improvviso ho scoperto a casa mi una schiera di stranieri che mi assomiglainao, ma che non sono io.

Written by Carlo

31/10/2009 at 15:24

Pubblicato su Tempo

Tagged with , , ,

Giudici

leave a comment »

Chi giudica quanto valiamo? Sono quelli là fuori: le nostre maestre, i nostri capi, i nostri amanti? O la loro immagine riflessa che portiamo sempre con noi: quella frase di nostro padre, lo sguardo imbarazzato di un amico, la nostra professoressa che scuote la t esta con disappunto? E quanto c’è di nostro nel riflesso e quanto di reale?

Mi viene da pensare che i giudizi che siamo convinti di ricevere passano per così tanti sistempi interpretativi che sia impossibile dire se quello che noi ‘sentiamo’ sia anche lontanamente imparentato con quello che l’altro voleva dirci. E così’ è più facile scrollarmi di dosse le critiche che inevitabilmente ricevo, come miei errori d’interpretazione.

Written by Carlo

31/10/2009 at 15:19

Pubblicato su Uncategorized

Tagged with , , ,

Per chi legge

leave a comment »

Di tanto in tanto, un racconto scappa fuori dalla mia ristretta cerchia.

Esperto

Written by Carlo

28/10/2009 at 22:38

Pubblicato su Racconti

Tagged with , ,

Tempo plausibile

leave a comment »

Cosa succederà nei prossimi anni o nei prossimi mesi sono domande plausibili. A volte, anche chiedersi cosa succederà nelle prossime settimane sembra ragionevole.  Eppure ci stupiamo un po’ quando qualcuno si chiede: cosa succederà domani? E siamo certi che abbia qualcosa che non va se si chiede: cosa succederà fra un’ora, un minuto, un secondo?

Mi chiedo: a che punto il futuro diventa triviale e scontato? Quale istante separa le due sfere: una noiosa, giornaliera, conosciuta; e l’altra misteriosa, lontana e carica di speranze, paure, possibilità? Facciamo tutti bene attenzione a non considerare l’altra possibilità: che non ci siano due sfere e che tutto il tempo a  venire non sia altro che addizione matematica di giorni; e che la divisione sia solo la nostra pigrizia, la necessità di addormentarsi sicuri che il nostro mondo, fino a domani, non potrà cambiare.

Written by Carlo

28/10/2009 at 22:30

Pubblicato su Tempo

Tagged with , ,

All’inizio una parola, se permette

leave a comment »

Inizia tutto dalla parola. Dalla straordinaria fantasia e immaginazione di accodare a lettere e suoni, senza senzo, una nuova forza. Tutto: le strade, la ruota, i luna park, i grattacieli, le mini-gonne, i preservativi, i computer portatili, le poesie, gli atomi, la realtà e il niente. E inizia anche questo parlare. Benvenuti a tutti noi o anche solo a me.

Written by Carlo

26/10/2009 at 22:01

Pubblicato su Uncategorized