Carlo B. – Narrare Improprio

Conflitto

leave a comment »

Si guardano in cagnesco per delle ore. Lo sguardo attento, cocciuto, scruta ogni capello , ogni pelo delle sopracciglia e del naso. Nel silenzio si sentono i loro respiri tirati e come un rumore di elettricitá statica. Sembra non abbiano altro da fare. Immobili, incagliati su un confine immaginario. Si parlano a volte, come se fossero lontanissimi, con freddo odio. Il piú grande crede d’essere superiore. Conta e riconta i centimetri e sorride. Il piú piccolo crede che sia facile aggirare l’altro di nascosto, veloce e agile come un gatto. Sbandierano i propri colori come martelli: rosso contro giallo. Oro contro sangue. Paprica e curcumina.

Non esiste nient’altro oltre quella contrapposizione perfetta. Non hanno amici o nemici. Sarebbero rimasti sempre cosí, in due, a progettare la fine dell’altro.

Annunci

Written by Carlo

20/11/2009 a 13:15

Pubblicato su Racconti, Tempo

Tagged with , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: