Carlo B. – Narrare Improprio

Faccio una lavatrice – finale

leave a comment »

Solo una chiusa, per i curiosi.

Apro la porta timoroso. Il pavimento e’ asciutto, buon segno. Accendo le luci, il salvavita non e’ scattato, altro segno ottimo. Mi avvicino e la guardo. C’e’ un silenzio da Sergio Leone in casa e giuro mi passa dietro una salsola (detta anche rotolacampo). Luce accesa, nessun rumore, manopola calma. Guardo nell’oblo’ e non c’e’ acqua. Sembra tranquilla, ma io non mi fido piu’. Fingo indifferenza e torno in salone, mi faccio un te’, fumo una sigaretta e poi, improvviso come una tempesta tropicale, mi butto su di lei e tiro la maniglia.

Non si apre. Perdo il controllo. Meno calci, urlo in varie lingue (e’ una marca straniera), sbatto porte. Tocca a lei fare l’indifferente.

Improvvise, mi tornano in mente le puntate di Mc Giver che ho visto. Tante, in effetti. Mi frugo nelle tasche e trovo una moneta. Sottile, rotonda. Non ho alcuna idea di come mi potrebbe essere utile, ma questo non ha mai fermato il nostro eroe. Fingo di sapere cosa faccio e inizio ad armeggiare alla maniglia. “Plok!” Uno scatto e si apre. Le mie camicie sono libere, quasi 24 ore dopo. Sono piu’ stupito di loro.

Mentre le stendo penso con terrore alla prossima settimana. Non e’ facile convivere con una terrorista.

Annunci

Written by Carlo

05/02/2010 a 09:36

Pubblicato su Racconti

Tagged with ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: