Carlo B. – Narrare Improprio

Il Palo

leave a comment »

Dalle finestre si intravedeva la neve, ormai sconfitta, agli angoli delle strade. Un fiume in piena di ombrelli e buste transitava senza sosta, scontrandosi, mescolandosi caotico. Odiava la pioggia, specie la mattina. Se avesse potuto se ne sarebbe rimasto alla finestra, fumando sigarette e guardando soddisfatto quei poveracci che gesticolavano correndo per evitare gli spruzzi delle macchine. Era un venerdi di Novembre e nessuno aveva voglia di lavorare.

Dalla strada che lentamente si svuotava saliva un rumore, un borbottio, che gli sembrava di buon auspicio. Se c’e’ una vox populi, penso’, dev’essere questa. Alle dieci e mezzo passavano solo i ritardatari e le vecchiette della spesa. Un ombrello giallo canarino si era piantato sul marciapiede e lo guardava. L’uomo che ci stava sotto invece fingeva indifferenza. Dopo un paio d’ore, l’ombrello era sempre li’ e cosi’ dopo altre due. Non era un caso.

Scese giu’ in pantofole e si affaccio’ al portone, come se qualcuno avesse suonato. L’uomo dall’altra parte della strada lo guardo’ fisso negli occhi. Senza paura di farsi scoprire. Lui rientro’ svelto e tiro’ tutte le tende di casa. Era chiaro che aspettavano lui. Non ebbe il coraggio di uscire per tutta la giornata e quella sera, pur di non accendere le luci, ando’ a dormire alle otto.

La mattina dopo il marciapiede era vuoto. Sulla porta di casa c’era una rosa rossa e un bigliettino con un numero di telefono scritto a mano. “Chiamami” diceva e sotto in caratteri piccoli e incerti, “tuo, Marco”.

Annunci

Written by Carlo

17/02/2010 a 13:37

Pubblicato su Racconti

Tagged with , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: