Carlo B. – Narrare Improprio

Racconto lungo/7

leave a comment »

(precede)

Il sindaco guardava Marco come una bestia rara. Ma di cosa stava farneticando? Un intrigo, a Casazza, con i Bettoni? Ascoltava facendosi scorrere il giornale fra le dita, avanti e indietro. Ascoltava i permessi negati ai Bettoni negli ultimi anni, i soldi persi, il Biondo, tutto mischiato a polpettone. Marco aveva gli occhi rossi e la barba. Aveva passato le ultime tre notti a controllare carte, ricostruire all’indietro la storia. Il Sindaco sorrideva e annuiva.

– Grazie Marco – disse. – mi sembra che sia tutto –

Marco lo guardò sorpreso. Aveva ancora una miriade di particolari da spiegare, mettere bene in luce, far combaciare con gli altri per dar peso alla sua tesi. Voleva spiegare i permessi negati, e quante donne aveva il biondo, e da dove gli venissero i soldi, e quale macchina usasse. Aveva ricostruito una ragnatela immensa in cui tutti i divorzi, le separazioni, riconducevano ad un’unica persona, come un ragno al centro. Il Sindaco ascoltò pazientemente per altri dieci minuti. E poi lo mi se alla porta, ringraziandolo, ringraziandolo di nuovo, eccellente lavoro.

Pochi giorni dopo i Bettoni presentarono quattro nuovi progetti che il Sindaco si curò di far approvare in tempi rapidi. A Casazza non divorziava più nessuno. E Marco si licenziò, continuando ad ascoltare musica, a sera, con gli occhi alla finestra e alle coppie del paese, ancora innocenti.

Annunci

Written by Carlo

12/05/2010 a 09:15

Pubblicato su Racconti

Tagged with , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: